Archeomatica racconta il progetto AMOR

Prime attività sul campo, analisi e report: il progetto AMOR è, come scrive Archeomatica, “giunto alla fase delle attività di sviluppo, cui seguirà la fase di dimostrazione del 2022”.

Con l’ausilio di sistemi GPR e UAV equipaggiati, nei mesi di giugno e luglio sono stati svolti prospezioni e sorvoli presso Terme di Caracalla e parte delle Mura Aureliane. In aggiunta, un’analisi interferometrica eseguita su tutto il centro storico ha consentito di consegnarne i risultati agli utenti finali attraverso la piattaforma St’ART®.

Nell’articolo non mancano i riferimenti alla Mobile App, pensata per offrire ai turisti contenuti multimediali ufficiali e approvati dalle Istituzioni responsabili, volta inoltre a proporre nuove esperienze di fruizione tramite modelli 3D in Realtà Mista.

Laddove abilitata la funzione di posizionamento sul cellulare e nel pieno rispetto delle normative vigenti sulla privacy, [l’app] permetterà anche di analizzare e derivare altri tipi di informazioni quali i tempi di permanenza in un’area, le aree più visitate, i giorni di maggiore frequentazione. I risultati derivati saranno messi a disposizione dell’utente Pubblica Amministrazione che sarà, in tal modo, in grado di prendere provvedimenti conseguentemente alla consapevolezza acquisita e nell’ottica di una salvaguardia circolare”.

Archeomatica evidenzia come AMOR, grazie alle sue moderne tecnologie, sia in grado di fornire un approccio preventivo per la salvaguardia e conservazione dei beni immobili, garantendo in questo modo importanti risparmi economici oltre a una coinvolgente evoluzione dei servizi di fruizione.  

Più dettagli al link originale di Archeomatica.it