AMOR – Advanced Multimedia and Observation services for the Rome cultural heritage ecosystem

Un nuovo progetto dedicato ai Beni Culturali prende forma attraverso lo sviluppo di soluzioni basate sull’utilizzo di diverse tecnologie, applicate nell’ambito di Salvaguardia e Fruizione.

Il progetto “AMOR – Advanced Multimedia and Observation services for the Rome cultural heritage ecosystem” è coordinato da NAIS in una partnership che vede un amalgama di istituzioni pubbliche (ICR/MiBACT e CNR-IREA), società private (CoopCulture, ESRI) e consorzi universitari (NITEL).

Il progetto ricade nell’abito del programma ESA (European Space Agency) ARTES 20 IAP 5 G for L’ART, che ha come area di operazione il centro storico di Roma.

AMOR prosegue la strategia aziendale di sviluppo di servizi dedicati ai Beni Culturali e di erogazione di questi su piattaforma St’ART.

Nel corso del progetto, NAIS si propone di mettere in campo soluzioni innovative non solo nel settore della Salvaguardia, sperimentando soluzioni evolute di acquisizione di immagini da UAV, GPR e applicando le consolidate indagini da satellite, ma anche nel settore della Fruizione, avvalendosi delle più evolute soluzioni di fruizione attraverso lo sviluppo di dispositivi mobili per la visualizzazione di contenuti AR (Augmented Reality), ottimizzati grazie all’impiego del 5G.

Le soluzioni proposte sono finalizzate al soddisfacimento dei requisiti degli utenti coinvolti nelle attività, ovvero:

  • Sovrintendenza capitolina
  • Soprintendenza speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio
  • Visitatori

Le attività di sperimentazione e operazioni sul campo, che partiranno nella seconda metà del ‘21, coinvolgeranno alcune zone del centro storico di Roma: tratto meridionale delle Mura Aureliane e Terme di Caracalla.